‘Don Rino Annovi. Ricordi e testimonianze’. Giovedì a Fiorano presentazione della pubblicazione

‘Don Rino Annovi. Ricordi e testimonianze’. Giovedì a Fiorano presentazione della pubblicazioneQuesta mattina, giovedì 13 maggio 2021, nel Salone del Pellegrino del Santuario diocesano di Fiorano, Basilica della Beata Vergine del Castello, alla stampa è stata per le edizioni Artestampa Fioranese, che ricorda la figura del sacerdote fioranese.

Il libro sarà presentato alle ore 20, giovedì 20 maggio nel Salone del Pellegrino, preceduto dalla celebrazione della Messa, alle ore 19 in Santuario,  con Mons. Luciano Monari, vescovo emerito di Brescia e amico di Don Rino fin dai primi anni di sacerdozio.

Don Monari partecipa anche alla presentazione, insieme al parroco Don Antonio Lumare, ai curatori Maria Cristina Pinelli, Federico Ferrari, Alberto Venturi e al sindaco di Fiorano Modenese, Francesco Tosi, che porta il saluto della comunità.

Conclusione in fraternità con gnocco fritto.

Alla conferenza stampa sono intervenuti il parroco Don Antonio Lumare, i curatori Cristina Pinelli (per la famiglia), Filippo Ferrari (autore dei cenni biografici), Alberto Venturi (coordinatore redazionale) e Giovanni Simonini (collaboratore per le testimonianze modenesi).

Don Antonio ha ricordato la presenza costante di Don Rino in Duomo, anche quando non lo si vedeva; il suo impegno per la Cattedrale Modenese e la Basilica di Fiorano, che voleva sempre più come santuario diocesano. Filippo Ferrari ha ripercorso le tappe della sua vita: il seminario, il ministero sacerdotale in duomo, l’impegno per la pastorale e per dare del Duomo una comunità, i tanti risultati ottenuti e le iniziative da lui portate avanti. Cristina Pinelli, a nome della famiglia, ha ringraziano Don Antonio e la parrocchia per il libro che tiene vivo il ricordo di Don Rino. Giovanni Simonini ha tra l’altro ricordato gli ultimi giorni di malattia di Don Rino, quando è emersa anche la fragilità dell’uomo.

Caterina Caselli, cugina di Don Rino Annovi, ha mandato un messaggio: “Don Rino Annovi è stato per me una guida nei momenti tristi e felici della mia vita! Un punto di riferimento, un esempio da seguire Riempio la sua assenza con tanti ricordi che spesso mi fanno compagnia. Il libro raccoglie una testimonianza di persone che hanno avuto il privilegio di incontrarlo. Si prendeva cura di tutti e si prodigava con grande amore nella cura del Duomo di Modena. Me lo immagino davanti al sagrato, sorridente. Tante volte lo incontravo proprio lì; andavamo al bar vicino e ci prendevamo un caffè e si parlava. Ciao Don Rino mio adorato cugino”.

Mons. Rino Annovi, nato a Fiorano il 20 maggio 1941, ordinato sacerdote il 22 giugno 1968, ha svolto il suo ministero a Modena prima come cappellano e poi, dal 1976, come parroco della Cattedrale, diventando l’autorevole Arciprete Maggiore del Capitolo Metropolitano. Ha affiancato l’attività pastorale e la cura della parrocchia alla difesa e alla valorizzazione del Duomo. Altrettanto impegno ha dedicato alla devozione della Beata Vergine del Castello di Fiorano. Si è spento, dopo una lunga malattia, il 9 aprile del 2011.

La Parrocchia di Fiorano, insieme ad un gruppo di parenti e amici, con questa pubblicazione vuole ricordare Don Rino Annovi attraverso le testimonianze di chi lo ha conosciuto, arricchendole con una antologia di immagini. Dai contributi di famigliari, presbiteri, parrocchiani e amici, emerge la figura di un sacerdote che ha unito un impegno stra­ordinario quale difensore delle chiese di pietra, monumenti della cultura umana, alla cura della Chiesa come popolo di Dio in cammino, da lui accompagnato e guidato mettendo in gioco tutto se stesso, fino alla prematura scomparsa.

Altri potranno approfondire scientificamente l’opera di Don Rino; con queste pagine si è voluto salvare il patrimonio che il tempo deteriora: le testimonianze di chi lo ha conosciuto e con lui ha col­laborato.

Sono amici d’infanzia, parrocchiani del Duomo, vescovi, sacerdoti, religiose e famigliari.

I vescovi: Mons. Mons. Bruno Foresti, Mons. Antonio Lanfranchi, Mons. Giacinto-Boulos Marcuzzo, Mons. Piero Marini, Mons.Luciano Monari, Mons. Giacomo Morandi, Mons. Giuseppe Verucchi.

I sacerdoti: Don Simone Bellisi, Don Luigi Biagini, Don Gregorio Colosio, Don Dariusz Dziadosz, Don Carlo Lamecchi, Don Antonio Lumare, Don Carlo Maleti, Don Ettore Pini, Don Eligio Silvestri.

La religiosa: Suor Maria Lucilla Resca.

Gli amici e collaboratori: Alessandro Barbieri, Millo Bergamini, Renato Cavani, Benedetta Cicogna, Marina Cicogna, Valerio Lode Cipri, Marco Grandi, Mario Leonardi, Pacifico Longagnani, Coniugi Luisi, Stefano Marchetti, Massimiliano Nicolini, Franco Orlandi, Egidio Pagani, Frank Paulis, Giancarlo Pellati, Antonio Felix Pellicer, Claudio Piccinini, Raffaello Pincelli, Claudio Pistoni, Giovanna e Rolando Pini, Lorenzo Pongiluppi, Claudio Raimondi, Vittorio Rimini, Giovanni Simonini, Georges Yao Ahua.

I famigliari: Franca Annovi, Caterina Caselli, Giulia Ferri, Alessandra Pinelli, Giovanni Pinelli, Maria Cristina Pinelli.