Alla Corte Ospitale di Rubiera tre spettacoli teatrali dedicati ai bambini e alle loro famiglie

Alla Corte Ospitale di Rubiera tre spettacoli teatrali dedicati ai bambini e alle loro famiglieLa programmazione di Corte Ospitale, dopo una breve pausa estiva, riprende a settembre con tre spettacoli dedicati ai bambini e alle loro famiglie. Gli spettacoli si svolgeranno nel chiostro della Corte Ospitale, in via Fontana 2 a Rubiera, alle ore 20.30.

Si parte mercoledì 8 settembre con l’anteprima de La gallinella e il chicco di grano, di e con Barbara Mattavelli, spazio scenico ed illustrazioni animate di Carmine Luino, regia Alessandro Gallo, produzione caracò teatro. Teatro d’attore, pupazzi ed interazioni video per bambini dai tre anni.

Una gallinella rossa trova un chicco di grano. Immediatamente decide di piantarlo per ricavarne un bel panino. Ad ogni fase (semina, taglio, trebbiatura, trasporto al mulino, impasto) la gallinella chiede aiuto al cane al gatto e alla papera, che vivono con lei alla fattoria. I tre non si offrono mai per aiutare la gallinella ad infornare se non a panino sfornato, prontissimi per mangiare! La gallinella condividerà̀ la pagnottella?

Venerdì 10 settembre si prosegue con Ant’s line – formiche in fila indiana, con Gianmarco Pellecchia, Maria Francesca Rossi, Marco Ziello, produzione Pars Costruens, spettacolo Finalista Premio Scenario infanzia 2020. Teatro d’attore per bambini dai cinque anni.

Formiche in fila indiana è uno spettacolo teatrale che racconta l’incredibile viaggio del Professor Line, scienziato di fama mondiale, all’interno di un formicaio alla ricerca del segreto che rende le formiche così resistenti e resilienti alle difficoltà che la crisi ecologica impone a tutti gli esseri viventi. Nel corso dell’avventura il Professore conoscerà abitudini, storie e inaspettati misteri delle formiche, scoprendo nella collaborazione e nella solidarietà il segreto del loro successo.

L’ultimo appuntamento in programma si terrà lunedì 13 settembre, giorno della riapertura della scuola, per augurare ai bambini e alle loro famiglie un buon anno scolastico: si tratta del primo studio dello spettacolo Il segreto di Barbablu’, ispirato alla celebre storia di Charles Perrault, con Marco Cantori e Giacomo Fantoni, oggetti di Scena Nives Storci, tecnica Filippo Boschetti, voce fuoricampo Flavia Rossi, produzione Teatro Perdavvero. Teatro d’attore per bambini dai quattro anni.

Barbablù è un signore molto ricco. Abita in un castello fantastico. Barbablù vorrebbe sposare una delle due figlie della contessa, ma loro non lo vogliono in sposo, perché la sua barba… è blu. Alla fine Giovanna, la più giovane tra le figlie della contessa, decide di sposare Barbablù. Appena celebrate le nozze, Barbablù è costretto a partire per un lungo viaggio di lavoro. Prima di andarsene, lascia alla giovane moglie un mazzo di chiavi: la prima serve ad aprire la dispensa della cucina dove ci sono tante cose buone da mangiare; la seconda serve ad aprire gli armadi del camerino dove ci sono i vestiti di seta più belli; la terza apre la vetrina che conserva il servizio in porcellana e le posate d’argento; con la quarta potrà aprire il forziere, dove ci sono tutti i gioielli. Lei potrà prendere tutto ciò che vorrà, ma non potrà mai usare l’ultima chiave che serve ad aprire la porta della cantina del castello.

A seguire “Laboratorio di bodypercussion” col pubblico.

Ingresso posto unico 3 euro. Prenotazione obbligatoria tramite email scrivendo a biglietteria@corteospitale.org. Sarà possibile prenotare telefonicamente al numero 0522621133 a partire dal 1 settembre, dalle ore 10 alle ore 17.30.

Parte dell’incasso delle serate sarà devoluto all’APS Genitori Scuola Rubiera a sostegno delle iniziative per lo School Day 2021.

Per accedere è necessario esibire il green pass (dai 12 anni). Gli spettatori potranno accedere solo con mascherina chirurgica o di livello superiore di protezione. È vietato l’uso di mascherine di comunità. Il pubblico è invitato ad adottare comportamenti responsabili nel rispetto delle linee guida di contenimento della diffusione del Covid-19.

Informazioni www.corteospitale.org, segreteria@corteospitale.org