Al via la nuova stagione teatrale del Mac Mazzieri di Pavullo

Al via la nuova stagione teatrale del Mac Mazzieri di Pavullo

La nuova stagione teatrale del Mac Mazzieri di Pavullo riapre all’insegna della varietà e della voglia di tornare a teatro. Grazie alla stretta collaborazione tra il Comune e ATER Fondazione – Circuito regionale multidisciplinare dell’Emilia-Romagna, il programma della stagione 2021-2022 offre una proposta ampia e articolata e riporterà sul palcoscenico due spettacoli annunciati nella precedente stagione, ma mai andati in scena. In cartellone 8 titoli tra prosa, danza e musica: accanto a grandi nomi del teatro italiano come Lella Costa, Ascanio Celestini, Silvio Orlando, troviamo la grande danza italiana contemporanea con il CollettivO CineticO e la musica de La Toscanini Next, formazione giovanile della Fondazione Toscanini.

Il sipario si alza martedì 23 novembre con uno spettacolo imperdibile e con uno degli attori italiani più amati: Silvio Orlando ci conduce nel romanzo di Romain Gary “La vita davanti a sé” con la leggerezza e l’ironia del bimbo protagonista, Momò, immedesimandosi, con naturalezza, in quel bambino nel suo dramma. Un autentico capolavoro dove la commozione e il divertimento si inseguono senza respiro: il genio di Gary ha anticipato senza facili ideologie e sbrigative soluzioni il tema della convivenza tra culture, religioni e stili di vita diversi.

Il secondo appuntamento, martedì 14 dicembre è con LaToscanini Next nel concerto Cinema e Opera, condotto da Roger Catino, percussionista, direttore e compositore. Gli autori passati in rassegna sono Verdi, Puccini e Rota; pur mantenendo le linee melodiche classiche delle loro musiche, l’orchestra le trasforma in armonie e ritmi pop e jazz, grazie ad un’attenta operazione di rilettura e contaminazione, tipicamentenello stile della talentuosa formazione under 35, la cui cifra stilistica è la commistione tra generi. Il 10 dicembre alle ore 18:00 presso la Galleria dei Sotterranei del Palazzo Ducale è fissato un incontro condotto da Roger Catino, in compagnia di Gianluigi Giacomoni, in cui si spiegherà al pubblico come sono state create armonie pop e jazz partendo da linee melodiche classiche. L’incontro sarà trasmesso successivamente sulla pagina Facebook del Teatro e di ATER Fondazione, sulla piattaforma teatrinellarete.it e sul canale Youtube di ATER.

Il nuovo anno prende il via martedì 15 febbraio con uno spettacolo al femminile interpretato dalla poliedrica Lella Costain “Se non posso ballare… non è la mia rivoluzione tratto da “Il catalogo delle donne valorose” di Serena Dandini, in uno spettacolo diretto da Serena Sinigaglia. In scena donne intraprendenti, controcorrente, spesso perseguitate, che hanno lottato per raggiungere traguardi che sembravano inarrivabili eche, seppure abbiano segnato la storia, raramente vengono ricordate. Lella Costa fa entrare in scena donne valorose, qualiMarie Curie, Tina Anselmi, Pina Bausch, Maria Callas Angela Davis, ballando con loro e con tante altre. Perché, come disse magistralmente e per sempre una di loro, Emma Goldman, se non posso ballare questa non è la mia rivoluzione.

Si continua martedì 22 febbraio con la comicità di Alessandro Fullin protagonista di “Le sorelle Robespierre”. Maximilian-Francois-Marie-Isidore de Robespierre aveva molti nomi, un fratello e anche due sorelle, di cui una sarà scrittrice. Malgrado questa verità storica lo spettacolo non racconta la loro storia. Il nome Robespierre è usato semplicemente per la sua capacità evocativa, perché subito spaventa quanto una ghigliottina.Ingrediente fondamentale di questo spettacolo è, infatti, il Terrore: in una cupa prigione femminile, una madre e due figlie (di cui una di cartapesta) si fanno coraggio, rimpiangono la loro spensierata vita, sperano nell’arrivo della Grazia ma soprattutto si fanno a pezzi con rivelazioni crudeli e sconvolgenti.

In recupero dalla stagione precedente, martedì 1° marzo è la volta di uno dei maggiori esponenti del teatro di narrazione, Ascanio Celestini in “Museo Pasolini”, spettacolo in cui l’attore si interroga su come potrebbe

essere un Museo dedicato a Pier Paolo Pasolini. Qual è il pezzo forte del Museo Pasolini? Quale oggetto dobbiamo cercare? Cosa siamo tenuti a fare per conservarlo? Cosa possiamo comunicare attraverso di lui? E infine: in quale modo dobbiamo esporlo?

Giovedì 24 marzo lappuntamento è con la tragicommedia e il sarcasmo di una compagnia molto apprezzata dal pubblico e dalla critica, Carrozzeria Orfeo in “Animali da bar”. La compagnia continua a scandagliare i paradossi e le ipocrisie del nostro tempo; un bar abitato da personaggi strani: sei animali notturni, illusi perdenti, sono i protagonisti di una commedia grottesca; essi provano a combattere, nonostante tutto, aggrappati ai loro piccoli squallidi sogni, a una speranza che resiste troppo a lungo. Del resto, qui tutto è venduto, sfruttato e contrattato. La morte e la vita, come ogni altra merce, si adeguano alle logiche del mercato.

La stagione pavullese si chiuderà ad aprile con la “Settimana della Danza”: una serie di appuntamenti e attività organizzati in concomitanza con gli spettacoli di CollettivO CineticO e MM Contemporary Dance Company. L’iniziativa, in collaborazione con le scuole di danza DIA e Le Muse di Pavullo, coinvolge docenti e allievi offrendo al pubblico la possibilità di approfondire e conoscere i nuovi linguaggi coreografici della danza contemporanea.

CollettivO CineticO, realtà tra le più innovative della scena delladanza contemporanea, presenta martedì 5 aprile uno dei titoli caposaldo del suo repertorio, “10 Miniballetti”. La coreografa e danzatrice Francesca Pennini conduce il pubblico in un’antologia di danze in bilico tra geometria e turbinio dove l’elemento aereo è paradigma di riflessione sui confini del controllo, dalla plasticità ginnica alla dinamica più vaporosa ed effimera, tra contorsioni e sforzi asfittici.

Giovedì 7 aprile, in recupero dalla precedente stagione, sarà la volta della MM Contemporary Dance Company, realtà di eccellenza della danza italiana, in “Love Poems” una serata composta da tre titoli creati da diversi coreografi: “Duetto inoffensivo” (estratto da “Rossini Cards”) di Mauro Bigonzetti, “Brutal Love Poems” di Thomas Noone e “Vivaldi umane passioni” di Michele Merola. Le coreografie unite dal comune denominatore di una spiccata musicalità, sono caratterizzate da una forte implicazione tanto interpretativa quanto tecnica, che mette in luce la versatilità stilistica e la straordinaria bravura deisette danzatori della compagnia.

La rinnovata collaborazione con il Centro Diego Fabbri di Forlì porta a Pavullo per la stagione 2021/2022 il progetto “Teatro no Limits” che garantisce l’accessibilità da parte degli spettatori non vedenti e ipovedenti. Saranno audiodescritti gli spettacoli “Sorelle Robespierre e “Animali da bar”. Per informazioni: Centro D. Fabbri tel. 054330244 cell 328 243 5950info@centrodiegofabbri.it.

Informazioni

Inizio spettacoli ore 21:00.

Biglietteria

Dall’1 al 5 novembre per gli abbonati della stagione 19/20 sono aperte in anteprima le vendite e le prenotazioni per gli spettacoli fino al 31/12/21. Dall’8 al 12 novembre per il restante pubblico

Dal 10 dicembre per gli abbonati della stagione 19/20 sono aperte le vendite e le prenotazioni per gli spettacoli da gennaio 2022 fino a fine stagione teatrale e la vendita del CARNET PASSEPARTOUT.

Dal 17 dicembre per il restante pubblico.

Orari di prevendita: nei giorni di apertura indicati dalle 17:00 alle 19:00. Il giorno precedente e il giorno stesso di ogni spettacolo dalle 17.00 alle 19.00 e in orario di apertura della cassa per proiezioni cinematografiche compatibilmente con gli ingressi alle proiezioni.

Vendita biglietti online

Dall’8 novembre per gli spettacoli fino al 31/12/2021, dal 17 dicembre per gli spettacoli da gennaio 2022 fino a fine stagione

www.vivaticket.it